Lactalis, latte per neonati venduto anche dopo richiami, governo francese chiede sanzioni

Lactalis, latte per neonati venduto anche dopo richiami, governo francese chiede sanzioni

"Siamo di fronte a un caso gravissimo che tira in ballo la salute dei neonati - afferma il presidente nazionale del Movimento difesa del cittadino, Francesco Luongo - Ancora più grave il fatto che il latte contaminato sia rimasto sugli scaffali di molti supermercati anche dopo che la Lactalis aveva chiesto già a dicembre di ritirare tonnellate del prodotto". A confermare la notizia è lo stesso Ceo di Lactalis (che controlla anche Parmalat), Emmanuel Besnier, in un'intervista al settimanale francese "Le Journal du Dimanche". Bensier ha promesso un risarcimento per tutte le famiglie colpite e ha spiegato che le conseguenze di questa crisi sanitaria per i consumatori, compresi i bambini sotto i sei mesi, erano in prima linea nella sua mente.

Dopo che in Francia 35 neonati si sono ammalati di salmonella per aver consumato latte in polvere contaminato fabbricato nello stabilimento di Craon, due casi di contagio sono stati registrati anche in Spagna e in Grecia.

Leader industriali, intermediari e dettaglianti devono ora "gettare ogni possibile luce sulle carenze che hanno scoperto e assicurarci che nessuno dei prodotti in questione è ancora sul mercato o nei negozi", ha detto il ministro dell'Agricoltura francese, Stephane Travert, in conferenza stampa.

Figc, Tommasi: "Lotito candidato? Non è la risposta a Italia-Svezia..."
In Italia non siamo ancora pronti per un calciatore ai vertici della Federazione: all'estero è già successo, con alterne fortune. Come riporta l'Ansa , la votazione è arrivata al termine dell'assemblea della Lega Pro a Firenze.

Pyeongchang 2018, Corea del Nord parteciperà. Cio: "Grande passo per lo sport"
Ma il leader nordcoreano ha ancora precisato: "Le forti tensioni militari tra Nord e Sud devono attenuarsi e deve prevalere un clima pacifico".

Paesi caraibici condannano l'insulto di Trump ad Haiti
"Voglio un sistema di immigrazione basato sul merito e persone che contribuiscano a migliorare il nostro Paese", ha concluso Trump .

Lactalis, che in Italia controlla Parlamat, ha precisato che i prodotti interessati dai richiami di dicembre non vengono commercializzati in Italia. Interrogato sulle centinaia di denunce presentate dai genitori di neonati in tutta la Francia, e mentre un'indagine preliminare è stata aperta alla fine di dicembre, in particolare per "lesioni involontarie" e "per aver messo in pericolo la vita degli altri", Besnier ha assicurato che non avrebbe nascosto nulla. Alcuni marchi della grande distribuzione, come Intermarché, hanno inoltre annunciato che non venderanno più alcun prodotto del gruppo. "Anche perché - ricorda Luongo - lo stabilimento coinvolto nello scandalo è lo stesso che già nel 2005 era stato incriminato per alcuni casi di salmonella". "Sarà tutto ritracciato, si prenderannò le misure del caso, si commineranno delle sanzioni se ci sarà bisogno ma la sicurezza alimentare dei cittadini francesi ed europei è una priorità e continuerà ad essere garantita".

Intanto le associazioni dei consumatori francesi si preparano a una maxi-causa.