Ardizzone: "Citerò in giudizio Massimo Giletti"

Ardizzone:

Si discuterà, del tema degli "stipendi d'oro" dell'Ars.

"Nella trasmissione di ieri - spiega Ardizzone - il conduttore televisivo ha ripetutamente inveito con insulti contro la mia persona, con riferimento a vicende relative ad una serie di trasmissioni condotte nel 2017 dallo stesso Giletti sulla Rai, nel programma domenicale 'L'Arena'". "Adesso però intendo tutelarmi legalmente perché é chiaro l'intento diffamante e persecutorio del conduttore, non rivestendo io più alcun incarico istituzionale". Poi prontamente si corregge: "Non è l'Arena, la Rai ce l'ho sempre nella testa" dice sorridendo. Domenica 4 febbraio è andata in onda la nuova puntata con un Giletti tornato perfettamente in salute, ma tradito dall'emozione. Durante il dibattito con Giuseppe Milazzo, capogruppo di Forza Italia all'Assemblea Regionale Siciliana, in merito agli stipendi d'oro siciliani Giletti sbotta: "Non venga qui a fare il pagliaccio".

Al posto della diretta di 'Non è l'Arena' la rete ha mandato un blocco registrato della stessa trasmissione.

Inter, Spalletti mastica amaro: "Non vedo reazioni, abbiamo un carattere debole"
Ci viene a mancare la convinzione di avere determinate qualità, quella forza di reagire e non accettare ciò che ti sta succedendo. Noi dobbiamo guardare a noi stessi, non ci dobbiamo fidare di quello che ci dicono ma di quello che riusciamo a fare.

L'Inter con ciò che c'è Spalletti fa il filosofo: "Assalto al Crotone"
Se fino a qualche giorno fa c'erano speranze, nelle ultime ore c'è pessimismo. L'imperativo, per tutti, è reagire dopo due mesi senza vittorie.

Milano, Boldrini e il fotomontaggio choc su Facebook: "Io non ho paura"
Secondo quanto riferito dagli agenti si tratta di un 58enne della provincia di Cosenza: è in corsa una perquisizione nella sua abitazione .

Gaffe a parte, Massimo Giletti ha fatto il botto con "Non è l'Arena" con il 7,2% di share. "È conosciuta la strategia di una trasmissione televisiva impiantata sulla demagogia e sulla disinformazione".

"Aldilà di qualche servo giornalista, ho spiegato - anche se non è stato volutamente riportato da certa stampa - la volontà e l'impegno della maggioranza nel tagliare gli stipendi, ripristinando il tetto".

Spazio anche al caso Bellomo, con un inviato della trasmissione che ha provato a parlargli prima delle lezioni, mentre in studio si potranno ascoltare due sue ex studentesse, Carla Pernice, che ha frequentato il corso per tre anni, e Rosa Calvi, che per prima ha denunciato quanto accaduto. "Ribadisco - continua Milazzo - che non avendo un accordo con i sindacati, gli interessati al provvedimento ricorreranno al Tar, il quale gli darà ragione".