Intesa SanPaolo si conferma al top: profitti oltre le attese

Intesa SanPaolo si conferma al top: profitti oltre le attese

Intesa sottolinea che con i risultati 2017 è stato "realizzato il piano di impresa 2014-2017, creando valore per tutti gli stakeholder con oltre 250 miliardi di contributo all'economia nei 4 anni". Sul fronte patrimoniale, il coefficiente Cet1 è al 14% (dato pro forma a regime) e al 13% post Ifrs 9. Se esclude il contributo pubblico e l'apporto dell'acquisizione dell'Insieme Aggregato di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca, consolidati nel conto economico dal terzo trimestre 2017, l'utile netto è pari a 1.344 milioni nel quarto trimestre 2017, rispetto a 731 milioni di euro nel terzo trimestre 2017 e a 776 milioni del quarto trimestre 2016, e a 3.813 milioni nel 2017, rispetto a 3.111 milioni del 2016.

"Il nostro outlook per il 2018 prevede una crescita dei ricavi e un continuo cost management che determineranno un aumento della gestione operativa - ha aggiunto Messina -".

Prima indicazione, l'utile al 2021: 6 miliardi di euro rispetto ai 3,8 miliardi del 2017. Il coefficiente Cet1 sarà pari al 13,1% nel 2021.

Sviluppo del wealth management e del business assicurativo e su una significativa riduzione dei crediti deteriorati con l'obiettivo di mantenere solida e sostenibile la creazione di valore per gli azionisti. E' quanto si legge in un comunicato dell'istituto.

La percentuale dell'utile che sarà destinata a dividendo (payout ratio), fa sapere una nota della banca, è prevista all'85% nel 2018, all'80% nel 2019, al 75% nel 2020 e al 70% nel 2021. L'incidenza dei crediti deteriorati sul totale dei crediti alla clientela si dimezzerà nel 2021 al 6% al lordo delle rettifiche, dall' 11,9% nel 2017, e al 2,9% al netto, dal 5,5%.

Arriva oggi lo spesometro light Tempi allungati, più semplicità
Stesso termine anche per la trasmissione telematica opzionale dei dati delle fatture emesse e ricevute e per le relative variazioni.

EEUU está ávido por desarrollar recursos energéticos en América del Sur
Antes de su visita a cinco países de América Latina, el secretario de Estado de EEUU, Rex Tillerson , acusó el jueves a Beijing de "utilizar su poder para atraer a la región a su órbita".

Di Maio a Renzi: "Non candidare gli impresentabili", la replica: "Bassezze"
Lui che ha spifferato a De Benedetti il decreto sulle popolari che ha permesso all'editore di Repubblica un plusvalore di 600.000 euro alla faccia dei risparmiatori sul lastrico.

Dimezzate anche le rettifiche nette a 1,8 miliardi nel 2021 da 3,3 miliardi.

A ridurre parzialmente questo effetto andrebbero i proventi dalla dismissione del 50% della piattaforma di recupero per un importo che potrebbe collocarsi tra 500m e 1 miliardo, utilizzando come benchmark di riferimento analoghe strutture come doBank e Cerved Credit Management. I dettagli dell'operazione Carisbo, invece saranno resi noti successivamente. La piattaforma, in precedenza, sarà rafforzata "con investimenti nella qualità dei dati e nei sistemi informativi", con 30 milioni di investimenti in It e più persone. La banca riserva particolare attenzione alla Cina come opzione di crescita nel wealth management, e si dice disponibile a valutare una possibile partnership con un primario operatore industriale locale.

Secondo quanto riportato dal sole 24 ore nelle trattative per la piattaforma oltre a Intrum Justitia ci sarbbe anche il conglomerato cinese Cefc. Complessivamente, Intesa prevede di dimezzare i crediti deteriorati da qui al 2021, raggiungendo i 26,4 miliardi al lordo delle rettifiche dai 52,1 miliardi di fine 2017.

Il board ha deciso di proporre all'assemblea dei soci la conversione obbligatoria delle azioni di risparmio della banca in azioni ordinarie. Il cda ha convocato per il prossimo 27 aprile sia l'assemblea straordinaria che l'assemblea speciale degli azionisti di risparmio per l'approvazione della conversione. Il piano d'impresa considera la possibilità di intraprendere una "partnership con un operatore industriale globale come possibile acceleratore della strategia dell'Asset Management". La banca prevede inoltre il lancio e l'espansione di Yi Tsai società interamente controllata dal gruppo con l'avvio dell'attività nell'area pilota di Qingdao e successiva espansione in altre 7 province con filiali dedicate entro il 2021.