Germania, partito Merkel: "Accordo di Grosse Koalition positivo"

Germania, partito Merkel:

"E' stata una lunga strada quella che ci ha portato fin qui".

Dopo una notte di negoziati, Cdp-Csu e Spd hanno trovato all'alba l'accordo per la formazione del nuovo Governo.

Il leader dei socialdemocratici (Spd) tedeschi Martin Schulz lascia la guida del partito all'astro nascente Andrea Nalhes. Tuttavia, visto che al congresso soprattutto i giovani si erano espressi contro la Grosse Koalition (362 "sì" su 642 delegati), sarà la proposta dell'intera compagine di governo ad essere sottoposta al referendum degli iscritti dell'Spd, 460mila più 24 mila nuovi entrati nelle ultime settimane, per cui se il responso di marzo sarà negativo salterà tutto, nuovo governo compreso. Ministro dell'Interno sarà invece il bavarese Horst Seehofer. E poi ancora Lavoro, Famiglia, Giustizia ed Ambiente. Olaf Scholz, sindaco di Amburgo, considerato un avversario interno di Schulz, prendera' il posto di Wolfgang Schaeuble alle Finanze.

Diritti, De Siervo: 'TV della Lega? E' un'ipotesi, ecco perchè'
E l'advisor Infront definisce la diffida di Sky alla Lega Serie A a vendere i diritti tv a MediaPro come un 'fallo di confusione'. Non cambieranno le abitudini dei telespettatori che potranno restare abbonati a Sky o Mediaset e abbonarsi ad altre piattaforme.

Marcello Dell'Utri resta in carcere: respinta la richiesta di sospensione della pena
L'ex senatore di Forza Italia , Marcello Dell'Utri , resterà in carcere a Rebibbia . A cominciare da Maurizio Lupi , coordinatore nazionale di Noi con l'Italia - Udc.

Sanremo 2018, è Meta-Moro gate: è plagio? Ecco cosa prevede il regolamento
Meta su twitter ieri sera dopo la dine del Dopo Festival ha fatto un retweet molto significativo che vi riportiamo di seguito. Il punto è che uno degli autori di " Non mi avete fatto niente ", Andrea Febo , è anche l'autore unico di " Silenzio ".

L'ultimo incontro tra le due parti politiche si è aperto ieri alle 10 del mattino, vale a dire oltre ventiquattr'ore fa.

Il canale televisivo ARD, il periodico Der Spiegel e il quotidiano Bild hanno segnalato il raggiungimento di un'intesa su "un contratto di coalizione", precisando che anche gli ultimi indugi erano stati risolti, come era il caso della ripartizione dei ministeri, la riforma della salute e l'inquadramento dei contratti di lavoro a tempo determinato.