Giornata contro lo spreco alimentare - Trento

Giornata contro lo spreco alimentare - Trento

Il dato resta comunque ancora alto: una famiglia in media butta 85 chilogrammi di cibo l'anno. Agli sprechi domestici che, secondo la Coldiretti, rappresentano in valore ben il 54% del totale, vanno aggiunti quelli nella ristorazione (21%), nella distribuzione commerciale (15%), nell'agricoltura (8%) e nella trasformazione (2%) per un totale di oltre 16 miliardi in un anno. La verdura al primo posto, seguita da latte e latticini, poi frutta e prodotti da forno.

Tra i motivi, si getta via un prodotto perché ha raggiunto o superato la data di scadenza o è andato a male nel 46% dei casi, mentre viene buttato il 26% perché non è piaciuto. Tradotto per ogni cittadino italiano significa una produzione di spreco di 2,89 kg/anno pro capite, vale a dire 55,6 grammi a settimana e 7,9 grammi al giorno. In termini economici, l'incidenza dello spreco alimentare sul fatturato dei punti vendita è sotto l'1% per gli ipermercati, e arriva all'1,4% per i supermercati. Anche grazie al furgone refrigerato che verrà acquistato con i fondi stanziati dalla Regione. Hanno partecipato 11.518 soggetti fra studenti e personale scolastico, per un totale di 109.656 pasti monitorati. Si tratta comunque di un miglioramento del 40% rispetto al 2016, quando nella pattumiera erano finiti 84 kg: il risparmio è stato di 110euro.

Italo non ferma l'Ipo La risposta all'offerta Usa di Gip
GIP ha anche auspicato che l'attuale presidente Luca Cordero di Montezemolo e l'AD Flavio Cattaneo mantengano i ruoli che hanno in Italo .

Diritti, De Siervo: 'TV della Lega? E' un'ipotesi, ecco perchè'
E l'advisor Infront definisce la diffida di Sky alla Lega Serie A a vendere i diritti tv a MediaPro come un 'fallo di confusione'. Non cambieranno le abitudini dei telespettatori che potranno restare abbonati a Sky o Mediaset e abbonarsi ad altre piattaforme.

Olanda, il nuovo Ct è Ronald Koeman
Stagioni deludenti per l'Olanda , che ha fallito la qualificazione agli Europei del 2016 prima e quella ai Mondiali del 2018 poi. Koeman , pertanto, prende in mano una nazionale da ricostruire e riportare ai fasti di un tempo.

Merito anche dei monitoraggi, che ci mostrano casa nostra e le nostre abitudini come non abbiamo mai avuto il coraggio di vederle. "Questo sta a dimostrare che una corretta campagna di sensibilizzazione concertata tra Istituzioni, come Ministero Parlamento e Università, possa produrre grandi risultati".

La Giornata Nazionale che combatte lo spreco alimentare è un momento unico ed importante che viene celebrato a partire dal 2013: ogni anno, da quel momento, si cerca di sensibilizzare più persone possibili nella lotta agli sprechi di cibo, e quindi si cerca di evitare, a partire dal consumatore, che vi possano essere sprechi di alimenti che ogni giorno vengono gettati nella spazzatura. Inoltre, lo spreco alimentare è responsabile dell'emissione di 3,3 miliardi di tonnellate equivalenti di anidride carbonica emesse ogni anno in atmosfera (una quota inferiore solo a quella emessa dalle economia di Usa e Cina). Secondo Luca Falasconi, curatore del progetto Reduce, "non è necessario compiere rinunce per dare il proprio contributo". "La nostra presenza - spiega - è per ribadire il nostro appoggio a un progetto che è in linea con un'iniziativa nazionale che ci vede protagonisti nella limitazione degli sprechi e nell'impiego delle eccedenze alimentari". "Lo spreco formato vignetta" è un percorso espositivo con 10 tavole ideate dal geniale cartoonist. Contesti nei quali è facile riconoscersi e specchiarsi mettendo a fuoco le piccole abitudini e disattenzioni che ci portano ad accumulare il cibo che non riusciremo a consumare. E dopo l'anteprima del MAXXI sarà in scena in nuove location in Italia anche la video installazione "Centogrammi" del videoartista Paolo Scoppola.