Marcello Dell'Utri resta in carcere: respinta la richiesta di sospensione della pena

Marcello Dell'Utri resta in carcere: respinta la richiesta di sospensione della pena

Marcello Dell'Utri resta in carcere: il Tribunale di sorveglianza di Roma ha infatti respinto la richiesta di scarcerazione avanzata per motivi di salute dai difensori dell'ex parlamentare.

L'ex senatore di Forza Italia, Marcello Dell'Utri, resterà in carcere a Rebibbia. I legali di Dell'Utri, che sta scontando una pena di reclusione di sette anni per concorso esterno in associazione mafiosa, avevano chiesto la sospensione della pena per permettere le cure all'ospedale Humanitas di Milano. Secondo quanto accertato dai medici di Rebibbia, che hanno inviato una serie di relazioni ai giudici di Sorveglianza, Dell'Utri è affetto da una cardiopatia e una forma di diabete grave e a luglio scorso gli è stato diagnosticato anche iln tumore maligno alla prostata. Accusato di rapporti con i clan fino al 1992, Dell'Utri è stato condannato in via definitiva nel 2014 e arrestato a Beirut dopo una fuga in Libano. L'ex parlamentare, secondo i giudici può essere curato presso i reparti Sai (Servizi ad assistenza intensificata) previsti nelle carceri e non sarebbe una ipotesi percorribile quella di sottoporlo alle terapie necessarie senza il braccialetto elettronico.

Marchisio giura amore alla Juve: "In Italia solo con questa maglia"
Ad ogni modo, anche se dovesse succedere qualcosa, in Italia non giocherò mai con una maglia diversa da quella della Juventus . FUTURO - Ho un contratto di due anni e mezzo con la Juve e interessa soltanto stare bene e dare una mano ai compagni.

Amazon sta lavorando a una serie TV su Conan il barbaro
Sarà anche produttore esecutivo dello show insieme a Sapochnik e Littlefield, con Sapochnik impegnato anche come regista. Howard fungeranno da fonte di ispirazione per la serie curata da Ryan Condal , Miguel Sapochnik e Warren Littlefield .

Poggibonsi celebra il Giorno del Ricordo
Il 10 febbraio viene celebrato il Giorno del Ricordo: anche Borgomanero ricorda le foibe nell'anniversario. Negli stessi orari e nella stessa chiesa è visitabile anche l'esposizione "1938-1945".

Numerose le reazioni dal mondo politico. A cominciare da Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Noi con l'Italia - Udc.