Melegatti, un milione da Hausbrandt per salvare l'azienda

Melegatti, un milione da Hausbrandt per salvare l'azienda

Hausbrandt, come si legge in una nota dell'azienda, ha già acquisito la procura generale per la campagna pasquale di Melegatti e la produzione delle colombe.

"Melegatti continua con la trattativa in via esclusiva con il gruppo Hausbrandt": così in una nota, diffusa nel pomeriggio, Melegatti conferma la manifestazione d'interesse da parte dell'azienda produttrice di caffè. E' stato stipulato presso il Tribunale di Verona un accordo per far ripartire quanto prima la produzione e salvare la campagna di Pasqua. Invece tutto sarebbe ancora fermo a causa della mancata definizione dell'accordo quadro con il fondo maltese Abalone, che aveva sostenuto la campagna di Natale mettendo a disposizione 1,2 milioni di euro.

L'obiettivo del Gruppo è quello di rilevare l'azienda al fine di risanarla, garantendo una continuità industriale e creando un grande gruppo "Made in Veneto", per proporre al consumatore una selezione di prodotti e abbinamenti, mixando le potenzialità di entrambe le realtà.

Inter, senti Guarin: "Pronto a ridurmi lo stipendio pur di tornare"
In dirigenza furono chiari: " Tu e Icardi siete gli unici con un valore economico importante, abbiamo bisogno di denaro ". Questa un'anticipazione dell'intervista, che uscirà in formato integrale sull'edizione della Rosea di domani.

PyeongChang 2018, cerimonia di benvenuto al Villaggio, per l'Italia Team
L'Italia si presenta con 121 atleti più 2 riserve. Per il bob, invece, googlate Aja Evans . C' è comunque chi già è impegnato.

Toro, Mazzarri contro la Juve sarà in panchina: ridotta la squalifica
La prima sezione della Corte sportiva d'appello nazionale ha parzialmente accolto il ricorso contro le due giornate di squalifica e i 5mila euro di multa che gli sono stati inflitti in seguito all'espulsione nel match di sabato scorso con la Samp .

Intanto il tavolo convocato per oggi a Venezia dall'assessore regionale al lavoro, Elena Donazzan, coni i vertici dell'azienda dolciaria, i rappresentanti delle organizzazioni sindacali e i due commissari giudiziali, alla luce degli ultimi sviluppi legati alla trattativa con Hausbrandt, è stato rinviato al 16 gennaio.

Ha espresso parere positivo sull'operazione anche il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia.