È stato rinnovato il contratto della scuola

È stato rinnovato il contratto della scuola

L'Aran elenca nel dettaglio tutte le novità del contratto collettivo nazionale del lavoro 2016-2018 del comparto Istruzione e Ricerca.

Per la scuola, si prospetta un aumento salariale da un minimo di 80,40 a un massimo di 110,70 euro, il bonus fiscale è fisso a 80 euro, non ci sono aumenti di carichi e orari lavorativi.

Come abbiamo più volte scritto, le risorse disponibili al momento non sono sufficienti; anche il Sole 24 ore di oggi conferma una nostra ipotesi: per consentire a tutti di arrivare a 80-85 euro gli aumenti non decorreranno dal 1° gennaio 2018 ma dal mese di aprile (per gli statali la decorrenza è il 1° marzo, ma per la scuola ci vorrà un mese in più perchè il numero di stipendi bassi da perequare è molto maggiore).

De Vrij verso la Premier: Inter più lontana dal centrale
Igli Tare , direttore sportivo della Lazio , ha fatto il punto su alcuni argomenti chiave del futuro biancoceleste. Stefan de Vrij sarà uno dei protagonisti del prossimo mercato estivo.

Cutrone a Milan Tv: "Andremo a Ferrara con la voglia di vincere"
Andando avanti dovremo sempre dimostrare di essere una grande squadra". Il lavoro che si fa in allenamento è molto importante. Gattuso? Il mister ci aiuta tanto in campo.

Rex Tillerson llega a Perú en el marco de su gira latinoamericana
Vidarte añadió que Maduro también sabe que su presencia será rechazada por los sectores políticos y por la sociedad civil. Si no viene Maduro, que tampoco venga Trump ", adujo.

"L'ARAN ha convocato i sindacati per la prosecuzione della trattativa sul rinnovo del contratto nazionale di lavoro del comparto istruzione e ricerca". Con la firma del contratto scuole, università, enti di ricerca e istituzioni AFAM si avvantaggeranno anche di regole innovative per migliorare l'organizzazione del lavoro e tutelare e riconoscere l'impegno delle lavoratrici e dei lavoratori.

La ministra della Pubblica Amministrazione Marianna Madia ha dato notizia della firma definendola "giusta e doverosa".

Importante novità del nuovo contratto scuola è la riproposizione di materie, sottratte alla legge ed affidate nuovamente alla trattativa sindacale. Sono coinvolti 1,2 milioni di dipendenti. L'aumento medio sullo stipendio sarà comunque pari a 85 euro lordi mensili da suddividere in tre annualità. Il nodo sulle sanzioni dsciplinari, che ha bloccato i lavori all'Aran nelle ultime settimane con l'ipotesi di affidare ai dirigenti scolastici le sospensioni dei docenti [VIDEO] fino a 10 giorni, verrà risolto nel prossimo rinnovo del contratto della scuola, previsto per il triennio 2019-2021. Inoltre, per quanto riguarda i docenti, le associazioni precisano che "si è ottenuto di rinviare a una specifica sequenza contrattuale la definizione del codice disciplinare con l'obiettivo di una piena garanzia di tutela della libertà di insegnamento". Secondo i sindacati, "riportando alla contrattazione le risorse finalizzate alla valorizzazione professionale, ripristinando la titolarità di scuola, assumendo in modo esplicito un'identità di scuola come comunità educante si rafforza un modello che ne valorizza fortemente la dimensione partecipativa e la collegialità". Viene inoltre salvaguardato il principio della continuità didattica degli studenti: i docenti rimarranno per almeno tre anni nella scuola assegnata e richiesta volontariamente.