Evasione fiscale in Calabria: sequestro di beni nei confronti di un imprenditore

Evasione fiscale in Calabria: sequestro di beni nei confronti di un imprenditore

Il nucleo di polizia economico-finanziaria di Caltanissetta, dopo verifiche fiscali nei confronti di due società e due associazioni sportive create per la gestione della locale piscina comunale, ha scoperto una presunta maxi evasione fiscale da circa 3,5 milioni di euro e individuato 232 lavoratori non in regola.

Sequestro per beni dal valore di oltre 1,2 milioni di euro, tra cui un lussuoso appartamento sulla collina di Posillipo, a Napoli, e un suv Jaguar, del valore di circa 60mila euro.

Fiorentina-Juventus, Higuain: "Passo importante per lo scudetto"
Stasera non abbiamo fatto una partita brillante, ma siamo riusciti comunque a mantenere la porta inviolata. Più sereno successivamente, rispondendo ai microfoni di Sky Sport: "Qui non è mai facile vincere".

Elio e le Storie Tese: "Baglioni si sta vantando troppo"
Di fronte ai giornalisti, il gruppo musicale milanese ha portato un po' di ironia parlando del brano in gara " Arrivedorci ". La canzone, come le altre risulta simpatica, ma a volte, alle persone l'eccessiva simpatia guasta.

Roma-Benevento: uomini contati per Di Francesco, ecco le probabili formazioni Video
Il grande salto di qualità consiste nell'affrontare tutte le gare allo stesso modo, senza far differenza tra piccole e grandi. Se mi chiedete di Destro , io gli dico sempre che il suo è un problema di convinzione: non è il fare, ma il come farlo.

Uno dei due legali rappresentanti delle due società, inoltre, si è sottratto al pagamento delle imposte acquistando, per quasi un milione di euro (993.500 euro) un prestigioso appartamento in via Manzoni a Napoli, attribuendone la nuda proprietà al nipote di pochi anni di età e l'usufrutto al marito, ex vicepresidente del Calcio Napoli.

Secondo gli inquirenti, l'associazione sportiva dilettantistica "Ascd città di Torre del Greco" avrebbe emesso fatture per false sponsorizzazioni delle due società dal 2011 al 2013. Il legale di una di queste due aziende è proprio la moglie dell'ex numero due del Napoli, sulla quale sono partite le indagini - che hanno poi trovato riscontro - per evasione fiscale. Il provvedimento di sequestro è stato emesso dal gip Barbara Del Pizzo del Tribunale di Napoli Nord su richiesta del procuratore aggiunto Domenico Airoma e del sostituto procuratore Giuseppe Borriello della Procura della Repubblica di Napoli Nord.