Messina - Giorno del Ricordo, sabato 10 cerimonia commemorativa

Messina - Giorno del Ricordo, sabato 10 cerimonia commemorativa

Sono iniziate questo pomeriggio a Sassuolo le celebrazioni della Giornata del Ricordo, le iniziative organizzate dall'Amministrazione comunale in collaborazione con l'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e con la collaborazione dell'Istituto Gramsci, per celebrare l'appuntamento istituito a ricordo della tragedia delle Foibe, dell'Esodo degli italiani da Istria, Fiume e Dalmazia. La commemorazioni avvengono al Quirinale di fronte al Presidente della Repubblica e in molte città nelle vie e nelle piazze che ricordano i massacri delle foibe e l'esodo giuliano-dalmata.

"L'obiettivo - spiegano gli organizzatori - dell'iniziativa è quello di non far dimenticare una delle pagine più cupe del secolo scorso veicolando alle giovani generazioni una verità storica, che non può essere inficiata da vani tentativi di confondere e ribaltare quanto accaduto in Istria, Dalmazia e Venezia Giulia".

Roma, Di Francesco: "Abbiamo bisogno dei gol di Dzeko"
Sarà sicuramente della partita domani e mi auguro che faccia una buona prestazione dal punto di vista sia offensivo sia difensivo. In un eventuale 4-2-3-1 Defrel potrebbe giocare dietro la punta? Ha le caratteristiche giuste, ma ci sono anche altri giocatori.

Kingdom Hearts 3, mostrato il mondo di Monsters & Co
Troviamo anche numerose sequenze di gameplay molto spettacolari che ci portano nel mondo di Toy Story e Rapunzel . Ricordiamo sempre che Kingdom Hearts III è atteso per il 2018, in data ancora da definire.

Elio e le Storie Tese: "Baglioni si sta vantando troppo"
Di fronte ai giornalisti, il gruppo musicale milanese ha portato un po' di ironia parlando del brano in gara " Arrivedorci ". La canzone, come le altre risulta simpatica, ma a volte, alle persone l'eccessiva simpatia guasta.

Cosa sono le foibe? . Alla fine della seconda guerra mondiale si trasformarono in fosse comuni per migliaia di italiani, segnando per sempre nella storia dell'umanità una tragedia che ebbe il suo culmine durante l'occupazione di Trieste da parte delle truppe di Tito. Furono soprattutto luoghi di raccolta dei cadaveri. A volte le vittime venivano gettate nelle foibe quando erano ancora vive. Luciana Rocchi, che ha concentrato i suoi interessi sulla didattica della storia in tutti gli ordini di scuola specie su temi di ricerca come la Shoah e la storia del confine orientale, sarà al centro anche dell'incontro che si svolgerà il giorno successivo, martedì 20 febbraio, con inizio alle ore 10 al Teatro degli Atti dal titolo "Una storia difficile".