Precipita aereo a Mosca, a bordo 71 persone: una tragedia

Precipita aereo a Mosca, a bordo 71 persone: una tragedia

Un aereo della compagnia russa Saratov Airlines è scomparso dai radar dopo il decollo dallo scalo moscovita di Domodedovo.

Tragedia aerea nel sud-est di Mosca: un velivolo, con 71 persone a bordo, si è schiantato: non c'è alcuna chance di trovare sopravvissuti. Il volo era diretto a Orsk, città al confine tra Russia e Kazakistan. Ancora sconosciute la causa della sciagura. Il ministro dei trasporti russo Maksim Sokolov è volato sul sito del presunto incidente vicino al villaggio di Argunovo nella regione di Mosca. Secondo i dati preliminari del dipartimento, c'erano a bordo 65 passeggeri e 6 membri dell'equipaggio.

Disney pronta a sfidare Netflix. Prime informazioni
Una cosa è chiara: al lancio saranno presenti prodotti originali dedicati ai personaggi Marvel e all'universo di Star Wars . Il costo dell'abbonamento mensile non è stato invece stabilito.

Sanremo 2018, stasera ospiti Max-Nek-Renga con una versione inedita di "Strada Facendo"
E' la serata finale del Festival di Sanremo che incoronerà il 68esimo vincitore del premio più ambito della musica italiana. Inoltre Antonella Clerici sarà con i dodici concorrenti del talent show Sanremo Young , che va in onda dal 16 febbraio.

Maradona: Higuain vale 10 volte quella vergogna di Icardi, Biglia non merita
L'intervista del Pibe de Oro è stata rilasciata a El Popular , e riprotata dalla redazione di Tuttomercatoweb . Prendete Di Maria , gli hanno chiesto quale fosse il suo sogno e lui ha risposto "vincere la Champions".

L'aereo aveva compiuto il primo volo della propria storia nel 2004, ed era in grado di trasportare circa 80 passeggeri su una distanza di 3.600 km. Intanto il presidente russo Vladimir Putin ha incaricato il governo di creare una commissione speciale per indagare sull'incidente. Dal suo debutto nei cieli, l'Antonov an-148 ha registrato almeno cinque guasti, alcuni dei quali relativi al carrello di atterraggio, all'impianto elettrico e al sistema di guida. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, secondo quanto riferisce l'agenzia Tass.