Sanremo 2018: vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro, ma soprattutto Baglioni

Sanremo 2018: vincono Ermal Meta e Fabrizio Moro, ma soprattutto Baglioni

"Abbiamo speso tante fatiche per divulgare questo messaggio a Sanremo, qui dove tutto è nato", ha aggiunto Moro, "La vittoria più grande è che ho trovato un nuovo amico".

Fabrizio Moro ed Ermal Meta vincono il Festival di Sanremo 2018. Al secondo posto infatti ritroviamo Lo Stato Sociale con Una vita in vacanza ed al terzo Annalisa con Il mondo prima di te. Canzoni belle, altre interessanti, alcune radiofoniche e altre meno, poesie come quella di Gazzè, il rock dei The Kolors, il soul di Mario Biondi, la classe di Ron (strameritato Premio della critica 'Mia Martini'), il dialetto di Barbarossa e via discorrendo.

ISCRIVITI alle NewsLetter per non perdere le nostre novità e iniziative! A Ornella Vanoni e' andato il Premio 'Sergio Endrigo' per la migliore interpretazione, mentre il premio della sala stampa 'Lucio Dalla' per la categoria campioni e' stato assegnato a Lo Stato Sociale.

La finale della 68esima edizione del Festival di Sanremo è stata la serata delle canzoni con i 20 big in gara che hanno riproposto tutti i brani e gli ospiti che hanno intrattenuto il pubblico.

Bullismo e cyberbullismo: "Il 24% dei ragazzi ne è vittima"
La percentuale sale al 55,6% tra le femmine e al 53,3% tra i ragazzi più giovani, di 11-13 anni. Verranno investiti 200.000 euro all'anno per il triennio 2018-2020.

Napoli, Mario Rui è una certezza; "Come se fossi qui da sempre"
Mario Rui , terzino del Napoli , ha messo la sua firma nel 4-1 alla Lazio di Simone Inzaghi , siglando il terzo gol. EUROPA LEAGUE – “Ci siamo calati in questa realtà dopo la Champions League, cercheremo di battere il Lipsia”.

Elio e le Storie Tese: "Baglioni si sta vantando troppo"
Di fronte ai giornalisti, il gruppo musicale milanese ha portato un po' di ironia parlando del brano in gara " Arrivedorci ". La canzone, come le altre risulta simpatica, ma a volte, alle persone l'eccessiva simpatia guasta.

Grande emozione anche per Laura Pausini (ripresasi dalla laringite dopo il forfait della prima serata) che ha finito il suo set uscendo sul red carpet davanti all'Ariston festeggiata dai fan.

E' un Festival di Sanremo, quello 2018, che passerà alla storia.

A partire da ospitoni del calibro di Laura Pausini, Nek, Max Pezzali, Francesco Renga, Edoardo Leo che con uno sbottonatissimo Pierfrancesco Favino inscena una gag sulle differenze tra mondo della tv e quello del cinema, fino ad una emozionatissima Fiorella Mannoia che in duetto con lo stesso Claudio Baglioni ci delizia con la bellissima "Mio fratello che guardi il mondo" di Ivano Fossati. E' stato poi il turno di Giovanni Caccamo, Lo Stato Sociale, con la simpatica ballerina Paddy Jones, super apprezzata sin dalla prima serata, e il duo composto da Roby Facchinetti e Riccardo Fogli. Nina Zilli, Senza appartenere; 16. Enzo Avitabile e Peppe Servillo, Il coraggio di ogni giorno; 11. Da ammirare Paddy Jones, la vecchia che balla, la quale ha accompagnato la band in sala stampa, dimostrando di reggere benissimo le ore piccole. Max Pezzali, Francesco Renga e Nek hanno, invece, hanno duettato con Claudio Baglioni in una trascinante versione di "Strada Facendo".