Usa, ecco il piano di Trump per risollevare il deficit

Usa, ecco il piano di Trump per risollevare il deficit

Un volano per spingere la crescita economica e creare posti di lavoro.

Adesso che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump riprende, con dimensioni americane, l'idea di Juncker e annuncia un piano per le infrastrutture che mobiliterà da 1500 a 1800 miliardi di dollari in dieci anni, partendo da 200 miliardi pubblici (federali e statali: il rapporto è di uno a nove), c'è da chiedersi se sorridere anche di Trump o se, piuttosto, rivalutare Juncker. "Costruiremo splendide nuove strade, ponti, autostrade e vie d'acqua in tutto il nostro Paese".

Tempestivo l'intervento dei Vigili del Fuoco che hanno decontaminato le tre persone ma, poi, hanno deciso ugualmente di trasferirle in ospedale.

Tar: legittime le decisioni dell'Authority contro le bollette telefoniche a 28 giorni
La sospensione vale fino all'udienza di merito fissata per il 31 ottobre prossimo. Argomenti, questi, che il Tar del Lazio non ha considerato fondati.

Ape volontaria, in pensione prima col prestito. Al via le domande
Per ora si tratta di una misura sperimentale fino al 2019: vediamo nel dettaglio in che cosa consista ed i suoi costi . Insomma "i costi incideranno effettivamente sulla pensione per l'1,6% per ogni anno di anticipo ".

Volo United Airlinesatterraggio d'emergenzadopo rottura del motore
Una volta atterrato, a bordo è scattato l'applauso liberatorio dei passeggeri che sono stati fatti evacuare velocemente. L'avaria si è verificata quando mancavano circa 35 minuti all'arrivo.A bordo tanta paura , ma nessun ferito.

Tagli ad ambiente e sanità e più fondi per le spese militari e per il muro con il Messico: il budget della Casa Bianca per il 2019 è una proposta da 4,4 trilioni di dollari che dovrà ora passare il vaglio del Congresso: il grande piano di investimenti prevede un raddoppio del deficit, che arriva a sfiorare i mille miliardi.

Le prime reazioni al piano per le infrastrutture sono scettiche. Il piano destina 100 miliardi a un programma di incentivi "per stimolare ulteriori fondi da Stati federali, amministrazioni locali e settore privato". Un vero e proprio stop quello della sentenza del giudice Nicholas Garaufis di Brooklyn, il secondo ad essersi espresso contro l'intenzione dell'amministrazione Trump di eliminare il provvedimento del 2012, voluto da Barack Obama, che protegge i figli di immigrati irregolari. Una partita decisiva su cui si giocheranno le elezioni di midterm.