Rimborsopoli M5S: "Buco da oltre 1 milione". Raffica di espulsioni in vista

Rimborsopoli M5S:

Come noto il taglio di una parte di quanto incassato è uno dei cavalli di battaglia del Movimento 5 Stelle. Il caso degli ammanchi nelle restituzioni dei parlamentari, si allarga a macchia d'olio, potrebbe superare il milione di euro e irrompe nella tappa elettorale di Luigi Di Maio nella sua Campania. A quanto pare, però, qualcuno faceva figurare di averlo fatto salvo poi non versare neanche una lira al fondo per il microcredito.

"Non permetteremo a nessuno di inficiare il nome del M5s. Le mele marce le trovo e metto fuori". Stando alle prime informazioni si evince che non solo i parlamentari, ma anche alcuni consiglieri ed europarlamentari versano i rimborsi sul conto.

E Di Maio cita brano Meta-Moro, "non ci avete fatto nulla" - "C'è una bella canzone, che ha vinto Sanremo, "Non mi avete fatto niente", Ecco a noi oggi non ci avete fatto niente".

Luigi Gallo è il secondo che ha donato di più (279.884 euro).

A fronte di queste parole, il candidato premier M5S Luigi Di Maio si è presentato stamattina negli uffici dell'Istituto di credito che è a Montecitorio.

Motocross a Noto, tutto pronto per l'arrivo del fuoriclasse Cairoli
Al via della MX1 Tony è scattato perfettamente, lanciando la sua KTM 450 SX-F fuori dal cancello di partenza davanti a tutti. Ivo Monticelli con il quarto posato si conferma per ora ai vertici della MX1 e Alvin Ostlund, quinto, è il primo della MX2.

Il Commissario Montalbano, episodio di oggi 12 febbraio 2018: trama e anticipazioni
Anche se l'immaginaria Vigàta non è Parigi, e alle fredde luci d'oltralpe fanno da contraltare il mare e il sole della Sicilia . Il Commissario Montalbano 12 anticipazioni: la prima e la seconda puntata dei nuovi episodi 2018 da lunedì 12 febbraio .

Tempesta di neve sul Vesuvio, turisti bloccati
Il sindaco di Ercolano , Ciro Buonajuto , staseguendo personalmente le operazioni con la Protezione Civilelocale. Al momento il Vesuvio è ricoperto dalla cima alle pendici daun fitto strato di neve.

In un recente articolo comparso nel Blog ufficiale si parla, da quando propri esponenti sono stati eletti in Parlamento o negli enti locali, di oltre 90 milioni di euro che negli anni sono stati "restituiti" dal Movimento. "Da noi se non rinunci ai privilegi sei fuori, ma anche se cambi casacca sei fuori".

C'è poi l'affondo del sindaco di Parma Federico Pizzarotti, ex Movimento 5 stelle, che a Circo Massimo in merito alla vicenda dei mancati rimborsi che ha travolto il Movimento 5 stelle dice: "In tanti lamentavano il fatto che i nessuno controllava i rimborsi, adesso emergono fatti sicuramente gravi". L'ammanco ammonterebbe a un milione di euro e il Movimento ha avviato un'inchiesta interna: "Stiamo facendo tutte le verifiche" garantisce il candidato premier e vicepresidente della Camera dopo essersi recato di prima mattina agli sportelli della banca interna a Montecitorio, insieme all'inviato delle Iene che sta seguendo la vicenda, per documentare nero su bianco i suoi versamenti.

Sono ancora in corso le verifiche dei vertici del Movimento sulle restituzioni volontarie versate sul Fondo per le piccole e medie imprese dai parlamentari, dopo i casi dei parlamentari Andrea Cecconi e Carlo Martelli, rispettivamente capolista in Marche e in Piemonte alle prossime elezioni del 4 marzo.

Leggermente diverso il caso di Barbara Lezzi, il cui nome era comparso nella seconda cinquina di presunti falsificatori diffusa da "Le Iene" (nella quale comparivano anche Silvia Benedetti, Massimiliano Bernini, Elisa Bulgarelli e Giuliana Sarti): "Nel suo caso non c'è stato dolo", ha detto Di Maio.

L'ex militante intervistato da Le Iene: "Tra deputati e senatori siamo ad una doppia cifra, è un partito fatto di furbi e furbastri che tradisce la fiducia dei cittadini". In allegato posto ricevuta del bonifico che risulta rifiutato e la copia del versamento al fondo che ho provveduto ad eseguire questa mattina, appena venuta a conoscenza di questa discrepanza.