Usa: "Non comprate smartphone cinesi"

Usa:

"I cinesi possono spiarci con i loro telefonini", la posizione per grandi linee dell'intelligence americana."Zte è orgogliosa dell'innovazione e della sicurezza dei nostri prodotti sul mercato statunitense", ha spiegato un portavoce.

I vertici di Fbi, Cia, Nsa e il capo dell'intelligence Usa hanno lanciato un appello alle istituzioni e ai cittadini americani.

"Siamo molto preoccupati circa i rischi di consentire a qualsiasi azienda o entità che dipenda da governi stranieri che non condividono i nostri valori, della possibilità di conquistare potere all'interno delle nostre reti di telecomunicazioni". Ha poi aggiunto che questa situazione fornirebbe "la capacità di modificare o rubare informazioni e portare avanti lo spionaggio". Attualmente Huawei vende i suoi dispositivi sbloccati - cioè non legati a nessun operatore - negli Stati Uniti, dove però ha incontrato grandi difficoltà nella promozione degli smartphone. Il governo americano sta considerando una legge che impedirebbe i dipendenti governativi di utilizzare smartphone Huawei e ZTE.

Napoli, Ghoulam: 'Infortunio? Vado avanti. Lavoro per tornare il prima possibile'
Si è scritto che avrei finto una malattia o che mi sono iniettato un virus influenzale. È stato difficile superare tutto questo? . Non posso tollerare che si tocchino i miei genitori e la mia famiglia perché mi colpisce direttamente, e mi fa molto male.

Cinema: David di Donatello al regista catanzarese Alessandro Grande
E ancora otto candidature per LA TENEREZZA di Gianni Amelio ( miglior film e regia), ancora ambientato a Napoli , e THE PLACE , film coraggioso quanto misterioso di Paolo Genovese.

Tre presenta nel nuovo spot la nuova offerta All-In San Valentino 2018
Il costo è di 7,5 euro mensili per ciascuna delle due offerte , quindi un totale di 15 euro per "mantenere" entrambe le SIM. 3 torna in TV a San Valentino con un nuovo spot del format 'the future you want' .

Huawei è consapevole di una serie di attività del governo statunitense che sembrano destinate a bloccare l'attività di Huawei nel mercato statunitense.

La mia preoccupazione oggi è la Cina, e in particolare le compagnie di telecomunicazioni cinesi come Huawei e ZTE, che sono ampiamente note per avere legami straordinari con il governo cinese. "Huawei è accolta dai governi e dai consumatori di 170 paesi del mondo e non porta con sé più rischi per la sicurezza informatica di qualsiasi altro produttore".